Rinoceronte nero - Ngorongoro_Spitzmaulnashorn - Foto di Ikiwaner



Gli esseri umani hanno portato all'estinzione di innumerevoli animali. Abbiamo eliminato le loro fonti di cibo naturali, preso il controllo del loro unico habitat e le abbiamo messe in camicia per parti del corpo. È una triste realtà e continua ancora oggi.



Ecco cinque specie insostituibili che abbiamo portato all'estinzione solo negli ultimi 20 anni:

Stambecco dei Pirenei: estinto nel 2000

stambeccoStambecco spagnolo occidentale, cugino dell'estinto stambecco dei Pirenei. Immagine: J.Ligero & I. Barrios



L'ultimo stambecco dei Pirenei è stato avvistato nel nord della Spagna nel 2000; Sfortunatamente, la donna sola era stata uccisa da un albero caduto.

Questa adorabile specie ungulata era una sottospecie dello stambecco spagnolo che un tempo era ampiamente distribuita in Francia e Spagna.

Gli scienziati attribuiscono l'estinzione della specie al bracconaggio e alle malattie, ma è anche possibile che non siano stati in grado di competere con altre specie per cibo limitato.



Gli scienziati hanno raccolto campioni della femmina deceduta nel 2000 e hanno realizzato il primo clone di un animale estinto nel 2009. Tuttavia, l'animale è morto per difetti polmonari subito dopo la nascita. Non è noto se i ricercatori faranno o meno un altro tentativo.

Rinoceronte nero dell'Africa occidentale: estinto nel 2011

Madre e vitello di rinoceronte nero. Immagine: Yathin S Krishnappa

Il rinoceronte nero dell'Africa occidentale è una delle tre sottospecie del rinoceronte nero che si sono estinte, che una volta erano comuni in tutta l'Africa.

La popolazione è stata decimata dai bracconieri che hanno ucciso i rinoceronti per il loro corno; il resto dell'animale è stato scartato.

Il corno, fatto di cheratina (la stessa proteina che compone le nostre unghie) viene introdotto illegalmente in Asia per i suoi 'benefici medicinali' nonostante il fatto che i presunti benefici siano stati smentiti in più occasioni.

Sfortunatamente, tutti i rinoceronti neri sono in grave pericolo a causa di questa pratica.

Delfino del fiume Baiji: estinto nel 2007

L'ultimo avvistamento documentato di questo delfino d'acqua dolce è stato in Cina nel 2002. Sebbene sia attualmente classificato come in pericolo di estinzione, una spedizione del 2006 per localizzare la specie non è riuscita a trovare nemmeno 1 individuo. I ricercatori della spedizione hanno concluso che il baiji è ora 'funzionalmente estinto'.

La popolazione ha iniziato a diminuire rapidamente quando la Cina ha iniziato a utilizzare i fiumi per la pesca, i trasporti e l'energia idroelettrica.

Leopardo nebuloso di Formosa: estinto nel 2013

Leopardo nebuloso. Immagine: Yuxi

Il leopardo nebuloso di Formosa era una sottospecie del leopardo nebuloso originario di Taiwan. Questi leopardi furono cacciati dal loro habitat naturale con il disboscamento. Anche la loro preda naturale è stata completamente eliminata e le poche rimanenti sono state decimate dai bracconieri che le cacciavano per le loro pelli.

I ricercatori hanno cercato per 13 anni e non ha trovato alcuna traccia della specie; La spedizione si è conclusa nel 2012 e in quel momento il leopardo nebuloso di Formosa era determinato a essere estinto.

Foca monaca caraibica: estinta nel 2008

caraibi-monaca-focaFoca monaca caraibica in cattività. Immagine: Società zoologica di New York

Le foche monache caraibiche un tempo vagavano liberamente per i Caraibi, ma gli umani hanno eliminato la loro unica fonte di cibo e le hanno cacciate fino alla fine in cerca di petrolio.

Questo sigillo, che è cresciuto fino a 8 piedi di lunghezza e pesava tra 375 e 600 libbre, era strettamente correlato a hawaiano e mediterraneo foche monache, entrambe in pericolo di estinzione.