Squalo pinna bianca oceanico. Foto di Peter Koelbl.

Squalo pinna bianca oceanico. Foto di Peter Koelbl.

Grazie alla cultura popolare e alla copertura mediatica degli attacchi di squali, gli squali hanno una reputazione spaventosa. Per la maggior parte, questa è una reputazione immeritata, poiché gli esseri umani e gli squali condividono regolarmente l'acqua con scarso effetto. Tuttavia, ci sono alcune specie di squali a cui dovremmo avvicinarci con cautela.



Il File internazionale di attacco di squalo con sede presso l'Università della Florida ha le registrazioni più complete di attacchi di squali nel corso della storia. Questi record includono date, luoghi e specie coinvolte negli attacchi. Le specie sono le più difficili da confermare, poiché è probabile che i testimoni sulla scena identifichino erroneamente lo squalo, ma ce ne sono pochi selezionati che sono regolarmente implicati in attacchi fatali di squali. Questa è una lista delle cinque specie di squali più pericolose.



Squalo blu

Squalo blu. Foto di Mark Conlin - NMFS.

Squalo blu. Foto di Mark Conlin - NMFS.

Gli squali blu sono i meno pericolosi di tutti gli squali in questo elenco e raramente attaccano gli umani. Questo perché sono una specie pelagica che vaga per il mare aperto e raramente le troverai da nessuna parte vicino alla terra.

Comunque, gli squali blu sono coinvolti in 13 attacchi agli esseri umani, 4 dei quali fatali . Con un tasso di mortalità del 31%, un numero piuttosto elevato se si confrontano le vittime con altre specie di squali. Le specie di squali requiem non identificate (che includono la maggior parte delle specie di squali costieri) sono responsabili di 51 attacchi, ma solo 7 (13%) di questi attacchi sono stati fatali.



Squalo pinna bianca oceanico

Pinna bianca oceanica. Foto di Alexander Vasenin.

Pinna bianca oceanica. Foto di Alexander Vasenin.

Lo stesso Jacques Cousteau ha detto il pinna bianca oceanica è 'il più pericoloso di tutti gli squali' e possiamo capire perché. Come gli squali blu, gli squali pinna bianca oceanici sono una specie pelagica e raramente si vedono vicino alla terra. Tuttavia, poiché l'oceano aperto è fondamentalmente un deserto, questi squali sono piuttosto curiosi e sfacciati. Per sopravvivere nel vasto mare, devono essere opportunisti e cogliere la prima possibilità di acquisire cibo, il che significa che gli umani sono potenziali prede.

I cuccioli oceanici sono implicati in 10 attacchi all'uomo, 3 dei quali fatali. Con un tasso di mortalità del 30%, che è approssimativamente uguale a quello dello squalo blu, ma non include le centinaia di attacchi non documentati che probabilmente si sono verificati in mare aperto. Ad esempio, dopo l'affondamento della USS Indianapolis nel 1945, si ritiene che le punte bianche oceaniche abbiano ucciso numerosi marinai naufragati. Tuttavia, poiché le specie di squali non erano identificate, il record della pinna bianca oceanica rimane pulito.

Squalo tigre

Squalo tigre. Foto di Albert Kok.

Squalo tigre. Foto di Albert Kok.

Gli squali tigre sono tra i più grandi di tutti gli squali predatori e possono mordere attraverso il guscio di una tartaruga marina. Preferiscono anche acque tropicali poco profonde dove è probabile che i bagnanti si avventurino - questo da solo li rende una delle specie di squali più pericolose.



Con 111 attacchi, 31 dei quali fatali (28% di mortalità) , gli squali tigre sono responsabili del secondo maggior numero di attacchi di squali di qualsiasi specie. Tuttavia, generalmente non mordono a meno che non incontrino un essere umano in condizioni torbide. Alle Hawaii, dove gli squali tigre e i bagnanti condividono le acque In media all'anno si verificano da tre a quattro morsi di squalo, ma raramente sono fatali .

Grande squalo bianco

Grande squalo bianco. Foto di Teddy Fotiou.

Grande squalo bianco. Foto di Teddy Fotiou.

Il grande squalo bianco è la più famigerata di tutte le specie di squali, e questo è per una buona ragione. I grandi squali bianchi sono i più grandi pesci predatori dell'oceano e hanno una distribuzione mondiale. Sono abbastanza comuni nelle acque costiere, specialmente nelle zone con condizioni ideali per il surf.

Con 314 attacchi, 80 dei quali fatali (25% di mortalità) , i grandi bianchi sono responsabili degli attacchi di squali più confermati di qualsiasi specie. Tuttavia, la maggior parte di questi attacchi era di natura non predatoria. Per i grandi bianchi, siamo troppo ossuti e non abbiamo un sapore molto buono. Tuttavia, in acque torbide, i grandi bianchi non possono distinguere tra un essere umano e una foca.

Squalo toro

Squalo toro. Foto di Teddy Fotiou.

Squalo toro. Foto di Teddy Fotiou.

La più pericolosa di tutte le specie di squali è senza dubbio lo squalo toro. Infatti, gli squali toro hanno guadagnato il loro nome dalla loro forma tozza e dalla loro natura aggressiva e imprevedibile . Ciò che li rende così pericolosi, tuttavia, è il fatto che possono tollerare l'acqua dolce e l'acqua salata. Oltre a seguire le secche e le coste, possono viaggiare molto su fiumi per riprodursi e cercare prede.

Con 100 attacchi all'uomo, 27 dei quali fatali , lo squalo toro ha un tasso di mortalità del 27%. Questo tasso potrebbe essere anche più alto, dal momento che gli squali toro non sono facilmente identificabili come i grandi bianchi e tendono ad abitare acque torbide. In effetti, gli squali toro sono implicati nell'infame 1916 Attacchi di squali di Jersey Shore , che ha ispirato il romanzo di Peter BenchleyMascellee il film successivo, anche se era raffigurato un grande squalo bianco.