Immagine: Wikimedia Commons

Gli uragani sembrano essere diventati più forti di recente, con diverse tempeste devastanti che provocano il caos uno dopo l'altro. Ma i disastri naturali potrebbero peggiorare di molto?



Secondo una teoria, quello che abbiamo visto quest'anno non è niente in confronto agli 'ipercani', uno scenario apocalittico che sembra uscire direttamente da un blockbuster di Hollywood.



Cos'è un hypercane? Pensalo come un super uragano, con venti di oltre 500 miglia all'ora che potrebbero coprire l'intero continente nordamericano. In un ipercanico, gli spruzzi del mare ei detriti della tempesta potrebbero perforare la stratosfera, danneggiando alla fine lo strato di ozono! Una tempesta di tale portata richiederebbe una combinazione di aria umida e tempestosa e acqua dell'oceano riscaldata ad almeno 113 gradi Fahrenheit.

Per quanto possa sembrare folle, potrebbe essere già successo una volta.



Immagine: Wikimedia Commons

Molti scienziati ritengono che i dinosauri possano essere morti dopo che un asteroide ha colpito la Terra in Messico 66 milioni di anni fa. Ma non sono mai stati in grado di spiegare perché un singolo impatto avrebbe portato all'estinzione di massa di tutti i dinosauri a livello globale.

Entra nel MIT il professore e scienziato atmosferico Kerry Emanuel, che ha sviluppato la teoria dell'ipercano in un articolo del 1995 nel Journal of Geophysical Research . Utilizzando modelli computerizzati, ha teorizzato che un asteroide o un vulcano sottomarino avrebbe potuto riscaldare l'oceano a 120 gradi Fahrenheit, alimentando una serie di ipercani mortali che avrebbero danneggiato lo strato di ozono e reso il clima inospitale.

Mentre gli ipercani non sembrano essere da nessuna parte nel prossimo futuro (per fortuna!), Gli scienziati concordano sul fatto che queste tempeste continueranno a intensificarsi grazie, in parte, al cambiamento climatico.



Due fattori del riscaldamento globale - il calore intrappolato nell'atmosfera e l'aumento della temperatura dell'oceano - forniscono il carburante perfetto per gli uragani. L'aria più calda sopra l'oceano assorbe più acqua, fornendo più energia per un uragano e, in definitiva, più precipitazioni. Le temperature della superficie del mare hanno è aumentato di 0,17 gradi Fahrenheit ogni decennio dal 1905 e se continuano la loro tendenza al rialzo, gli uragani saranno probabilmente molto più forti in futuro.

Aggiungete a questo innalzamento del livello del mare, e avrete maggiori mareggiate e il tipo di inondazioni distruttive che si sono verificate quando l'uragano Harvey ha colpito Houston, in Texas, di recente.

'Pensiamo che l'incidenza degli eventi ad alta intensità stia aumentando, e questo è un po 'ciò che conta per la società', Ha detto Emanuel al Los Angeles Times . 'Quelli sono quelli distruttivi.'

Non proprio lo scenario del giorno del giudizio che avrebbe potuto spazzare via la vita una volta prima, ma comunque preoccupante.

GUARDA IL PROSSIMO: Wildfire si trasforma in 'Firenado' e poi in beccuccio per l'acqua