navy-mmpImmagine: NOI. Navy Marine Mammal Programme

I cani non sono l'unico compagno di combattimento dell'esercito americano, così come alcuni mammiferi marini.

Dagli anni '60, la Marina degli Stati Uniti ha utilizzato mammiferi marini per rilevare e trovare bersagli sott'acqua. I leoni marini della California ei delfini tursiopi, in particolare, sono in grado di identificare in modo univoco i pericoli acquatici.

navy-mmp-2Immagine: NOI. Navy Marine Mammal Programme

I leoni marini hanno una vista eccellente e rilevano facilmente le cose fuori posto. Come animali marini semi-acquatici, sono ben adattati per vivere sia a terra che per le immersioni a grandi profondità. I leoni marini sono anche molto intelligenti e possono essere facilmente addestrati dagli addestratori, rendendoli partner formidabili per la Marina degli Stati Uniti per trovare obiettivi. I formatori lavorano con i leoni marini per trovare e contrassegnare oggetti importanti attaccando i morsetti. Le pinze vengono quindi utilizzate per avvolgere questi oggetti pericolosi.


Immagine: NOI. Navy Marine Mammal Programme

I delfini tursiopi sono anche ben adattati alla ricerca di obiettivi rischiosi, come bombe sottomarine o intrusi. I delfini hanno un sonar estremamente preciso, che consente loro di creare immagini acustiche dettagliate del loro ambiente. Anche in condizioni di scarsa illuminazione, le loro capacità di 'biosonar' glielo consentono distinguere tra oggetti a più di 50 piedi di distanza. Come i leoni marini, anche i delfini sono ricercati per la loro elevata intelligenza.

050524-N-2327-G-002
San Pedro, California (24 maggio 2005) - Il tecnico elettronico di seconda classe del gestore di mammiferi marini della Marina Eric Kenas mostra come un delfino addestrato reagisce ai diversi gesti delle mani, durante Lead Shield III / Roguex V, un'esercitazione per testare l'anti-terrorismo dell'impianto portuale prontezza. La Guardia Costiera e la Marina hanno condotto le due esercitazioni nei porti di Los Angeles e Long Beach. L'esercitazione combinata ha coinvolto 24 agenzie locali, statali e federali nel tentativo di interrompere un attacco terroristico simulato, rispondere alle conseguenze e mantenere le operazioni portuali. Stati Uniti Navy Foto di Illustrator Disegnatore di prima classe Pierre G. Georges (RILASCIATO). Dominio pubblico, Link


Frontline di PBS ha spiegato, “Il programma sui mammiferi marini era originariamente classificato ed era al suo apice durante la Guerra Fredda. L'esercito dell'Unione Sovietica stava conducendo programmi di ricerca e addestramento simili nella corsa per dominare il fronte sottomarino. Ad un certo punto durante gli anni '80, il programma statunitense aveva oltre 100 delfini, oltre a numerosi leoni marini e balene beluga, e un budget operativo di $ 8 milioni di dollari '.

Nonostante i successi e le capacità uniche di questi animali, numerose controversie hanno circondato l'esistenza del programma, incluso il presunti maltrattamenti di animali nel programma. I mammiferi saranno successivamente sostituiti nei prossimi anni da nuove tecnologie robotiche, come il Knifefish di General Dynamics , un veicolo subacqueo autonomo senza pilota.

Video:

GUARDA IL PROSSIMO: Le creature più strane girate sotto gli impianti petroliferi