giphy-31

Il dottor Iain Kerr del Ocean Alliance doveva affrontare un problema: aveva bisogno di raccogliere il moccio di balena senza disturbare gli animali.



La missione di Kerr era quella di raccogliere spray dalle balene per studiare la carica virale e batterica, il DNA e le tossine nei rivestimenti polmonari delle balene. Per fare ciò, però, avrebbe bisogno di trovare un modo per avere il drone in bilico alla distanza perfetta - da 10 a 12 piedi - sopra la superficie dell'acqua. Per ottenere ciò, il Dr. Kerr ha deciso di affidare il suo progetto a un gruppo di studenti delle scuole superiori.

capodoglioImmagine: Amila Tennakoon

Il team di robotica della Ipswich High School ha trascorso l'estate lavorando al progetto. Non sono stati pagati e non hanno ottenuto crediti di classe; Era solo per divertimento. Il loro drone, chiamato SnotBot, utilizza raggi laser che rimbalzano sulla superficie dell'oceano e ne determina la posizione, un approccio noto come tecnologia laser altimetro.

Il drone quindi raccoglie il muco dal colpo della balena e lo riporta agli scienziati in una barca a mezzo miglio di distanza.

Studiare le balene senza disturbarle è un grande balzo in avanti per la ricerca scientifica. Il metodo precedente utilizzava un arpione per ottenere campioni di pelle e grasso per analizzare il DNA. Si spera che questi studi possano darci una nuova prospettiva su come proteggere la loro specie in natura, così come l'ambiente oceanico in cui vivono.

Video:

GUARDA IL PROSSIMO: Orcas vs. Tiger Shark