Immagine: Gabriella Levine

C'è una raccolta di rifiuti che si estende dalla costa occidentale del Nord America fino al Giappone. È diventato noto come 'The Great Pacific Garbage Patch'.

Questa 'macchia' di spazzatura è il risultato della raccolta e dell'intrappolamento dei rifiuti in varie correnti e vortici attraverso il Pacifico.



Questa colossale macchia è identificata dalle sue concentrazioni estremamente elevate di una varietà di plastiche, 'fanghi chimici' e un cocktail di detriti casuali come reti da pesca e boe.

Anche se il titolo 'garbage patch' suggerisce un gigantesco mucchio di spazzatura, non è così. Specialista in Outreach Asma Mahdi di NOAA spiega sul loro sito web: 'Non è un'isola galleggiante di spazzatura, come una discarica o una discarica. Una zona della spazzatura è costituita da minuscoli pezzi di plastica chiamati 'microplastiche' che sono lunghi meno di 5 millimetri. È più simile a fiocchi di pepe che turbinano in una zuppa che a qualcosa che puoi rimuovere dalla superficie. '

giphy

Quindi, semplicemente raccoglierlo e rimuoverlo è estremamente difficile e non realistico, soprattutto perché è tutto in costante movimento con le correnti. Mahdi ha continuato: 'Ci sono detriti dalla superficie dell'oceano fino al fondo del mare. Per non parlare di tutta la vita marina che distruggeremmo se provassimo a raccogliere i detriti '.

La migliore linea d'azione? In primo luogo, impedire a più plastica di entrare negli oceani.

Scopri di più qui: