Immagine: Youtube

Questo giovane elefante sfida sorprendentemente le probabilità della natura dopo aver respinto un orgoglio di 14 membri di leoni femmine feroci- completamente senza assistenza.



Nel South Luangwa National Park in Zambia, un giovane toro è riuscito a separarsi dal resto della sua mandria. Era posizionato in un abbeveratoio appena fuori dal campo di Chinzombo di Norman Carr Safaris quando un gruppo di turisti e la loro guida hanno assistito a un evento insolito e mozzafiato.



Il breve video girato dal membro del safari e giornalista Jesse Nash cattura l'approccio di 14 leonesse affamate. Circondano l'elefante di otto anni e si muovono per uccidere, chiaramente superando in numero l'animale indifeso.

Ma invece di cedere a un destino apparentemente inevitabile, il pachiderma reagisce coraggiosamente, facendo oscillare il tronco contro le leonesse attaccanti. I gatti non sono in fase e uno di loro balza sulla schiena, affondando le unghie nella sua carne. Altri due membri dell'orgoglio si alternano ai suoi quarti posteriori e ad un certo punto l'elefante ha tre leonesse sulla schiena.



I turisti sono costretti a restare fermi e ad assistere allo svolgersi di questa scena mozzafiato, consapevoli di non poter interferire con le leggi della natura. Lo chiamano giustamente Ercole e incrociano le dita, sperando per il meglio.

In un ultimo sforzo, l'elefante corre in acqua, sapendo che i gatti sarebbero meno propensi a seguirlo. Riesce a sloggiare la restante leonessa penzolante dalle sue spalle e transizioni per combattere dall'interno della scarsa sicurezza dell'acqua, alternando tattiche di fuga difensive e di carica offensiva.



Aspetta la fine per guardare la carica finale drammatica e rivoluzionaria dell'elefante:

(Leggi di un leone che attacca un bufalo davanti ai turisti)