Immagine: Wikimedia CC

Migliaia di oranghi in pericolo di estinzione vengono macellati ogni anno, quindi possiamo avere olio vegetale a buon mercato.

La creazione e l'espansione delle piantagioni di olio di palma nel Borneo e Sumatra ha portato alla morte di oltre 100.000 oranghi nella regione solo negli ultimi 16 anni, secondo uno studio recente .



L'olio di palma è l'olio vegetale più comunemente usato sul pianeta e si trova in oltre la metà di tutti i prodotti al supermercato, inclusi alimenti, cosmetici e prodotti per la pulizia. Le piantagioni per il prodotto stanno letteralmente conquistando il pianeta e ora coprono oltre 27 milioni di ettari della superficie terrestre.



Il motivo per cui questo particolare olio è così problematico per gli animali, in particolare gli oranghi, è che vaste aree di foresta pluviale inestimabile vengono livellate per fare spazio alle piantagioni. Nella sola Sumatra, oltre 11 milioni di ettari di foresta pluviale sono stati distrutti per tali piantagioni e la situazione nel Borneo non è molto migliore.

Salvataggio internazionale degli animali

Con le loro case nella foresta distrutte, gli oranghi non hanno nessun posto dove andare; gli animali che muoiono di fame spesso non hanno altra scelta che rivolgersi ai terreni agricoli per il sostentamento. Gli agricoltori non tollerano che gli animali consumino i loro raccolti e gli oranghi vengono colpiti o uccisi con i machete sul posto.

A peggiorare le cose, la specie viene anche cacciata per il cibo e le madri oranghi a volte vengono uccise in modo che i loro bambini possano essere venduti come animali domestici al mercato nero.



Puoi aiutare a salvare oranghi feriti e orfani facendo una donazione a Salvataggio internazionale degli animali , che ha squadre di salvataggio degli oranghi attive nel Borneo. Puoi anche essere vigile sui prodotti che acquisti ed evitare di acquistare prodotti con olio di palma negli ingredienti .

GUARDA IL PROSSIMO: Wildfire si trasforma in 'Firenado' e poi in beccuccio per l'acqua