Immagine: Copyright BBC 2017

Mentre l'oceano occupa la maggior parte del nostro pianeta, la stragrande maggioranza di questo mondo sottomarino rimane un mistero per gli esseri umani. Ogni anno, gli scienziati scoprono migliaia di specie marine incredibili e talvolta aliene, ma c'è ancora così tanto che non abbiamo mai visto.

Il famoso fondatore di hedge fund Ray Dalio e suo figlio Mark hanno cercato di risolvere questo problemacon il lancio di Ocean X, una nuova e audace iniziativa volta a esplorare parti dell'oceano mai viste prima, facendo eco alle ambizioni di imprenditori come Elon Musk e Jeff Bezos di saperne di più sullo spazio.



'Credo che l'esplorazione dell'oceano sia più eccitante e importante dell'esplorazione spaziale', ha detto il fondatore di Ocean X Ray Dalio in una dichiarazione, ribadendo una convinzione di vecchia data dei ricercatori marini.

Immagine: Jonathan Smith / Copyright BBC NHU 2017

Potrebbe avere ragione. Secondo la National Oceanic and Atmospheric Administration, il 95 per cento dell'oceano rimane inesplorato oggi, il che è incredibile dato quanto ci affidiamo - infatti, l'oceano influisce su tutto, dal cibo ai viaggi alla salute e al clima.

Ma finora, esplorare l'oceano nello stesso modo in cui abbiamo esplorato lo spazio è stata una sfida. Non siamo ancora in grado di accedere ai confini più remoti dell'oceano e le creature che vivono a grandi profondità non sempre sopravvivono una volta che arrivano a terra. E, a differenza delle immagini vivide di altri pianeti che hanno catturato la nostra immaginazione, la vita in profondità sotto la superficie può apparire oscura e poco emozionante.

Ocean X spera di cambiare la situazione ispirando ed entusiasmando le persone per l'oceano attraverso una narrazione profonda e coinvolgente aiutata dalla scienza avanzata e dalla tecnologia dei media. Lavorando insieme al regista James Cameron e un team globale di ricercatori, professionisti dei media e filantropi, il loro obiettivo è scoprire i segreti dell'oceano e creare contenuti per il pubblico di tutto il mondo.

Immagine: Copyright Alex Vail 2017

La squadra di Dalio non è nuova ad andare coraggiosamente dove pochi sono arrivati ​​prima. I ricercatori a bordo della loro nave da ricerca lunga 56 metri, laAlucia, ha catturato il primo filmato in assoluto dell'elusivo calamaro gigante al largo delle isole giapponesi di Ogasawara e ha ripreso una squadra della BBCBlue Planet II1.000 metri sotto la superficie dell'oceano dell'Antartide, più lontano di quanto qualsiasi altro essere umano sia mai andato.

Per la nuova iniziativa, hanno lavorato con Cameron per progettare una nuova base di partenza: ilAlucia2. La motonave ad alta tecnologia con laboratori di ricerca marina, produzione altamente avanzata e centri multimediali, insieme a una flotta di sommergibili, elicotteri e droni d'altura.

Il potenziale per scoprire nuove specie e paesaggi dovrebbe essere eccitante per tutti gli appassionati dell'oceano.