Immagine: Youtube

Questa straordinaria interazione tra un leopardo e un babbuino dimostra che la natura è piena di sorprese- e niente di più grande di quando una feroce cacciatrice adotta il bambino della sua uccisione.



L'iconico predatore giustamente chiamato Legadema è stato scoperto per la prima volta all'età di otto giorni da una troupe cinematografica che creava filmati per il documentario del National Geographic,Occhio del leopardo. Inizialmente la loro attenzione si era concentrata sulla regale leopardessa, ma quando l'adorabile cucciolo ha fatto capolino per la prima volta nel mondo invitante, la regista Dereck Joubert ha intrapreso un viaggio straordinario, seguendo Legadema attraverso la sua infanzia e la prima adolescenza.



Legadema e i suoi parenti abitano le lussureggianti pianure del delta del 'Giardino dell'Eden' del Botswana, dove il fiume Okavango si riversa su un'area di pianura spostata, creando un habitat ideale per la fauna selvatica. L'innata bellezza del delta dell'Okavango si è guadagnata l'etichetta di una delle sette meraviglie naturali dell'Africa- ma oltre alla sua magnificenza, il luogo vanta i suoi misteri animali endemici.

Immagine: Youtube

Leopardi africani (Panthera pardus pardus)sono cacciatori notturni che si nutrono principalmente di piccoli primati e altri mammiferi in tutta la gamma dei loro habitat nativi. I babbuini sono un alimento base della loro dieta e la prima uccisione dell'adolescente Legadema opportunamente selezionata.



Nell'incredibile filmato catturato dalla troupe del film, il leopardo elettrizzato trascina la sua preda morta di babbuino in un luogo sicuro per nutrirsi. Tuttavia, quando un bambino striscia fuori da sotto il corpo, il suo comportamento cambia completamente.

Legadema inizia a nutrire il giovane babbuino, pulendo la sua pelle appena nata e abbracciandola con le zampe. Quando le iene si avvicinano per indagare sulla recente uccisione del gatto, il giovane leopardo dimentica la sua preda e porta dolcemente il piccolo babbuino al sicuro, dove continua a prendersi cura di lei per tutta la notte.

Immagine: Youtube

'Diverse volte, il piccolo babbuino è caduto dall'albero', ha riferito al regista Joubert Mail giornaliera . 'Ogni volta, Legadema correva a prenderla prima che le iene scendessero e la riportavano al sicuro.'



Il piccolo babbuino non potrebbe sopravvivere senza il giusto sostentamento da parte di sua madre, ma l'incredibile interazione serve come un toccante promemoria di quanto la natura possa essere davvero sorprendente e incredibile.

GUARDA IL PROSSIMO: Leopard 'Adopts' Baby Antelope