È facile immaginare un leone nel suo habitat naturale, che insegue un'antilope nella savana africana. Ma durante il Pleistocene (da 340.000 a 11.000 anni fa), i leoni chiamavano una casa paesaggistica molto più familiare.



Le pianure erbose, i campi di grano e le regioni montuose degli Stati Uniti erano un tempo il terreno del leone americano, un predatore estinto da tempo strettamente imparentato e molto più grande dei grandi felini di oggi. È stato uno dei gatti più grandi mai vissuti, superando persino le gigantesche tigri siberiane dell'Asia e il famoso gatto dai denti a sciabola.

Grazie all'abbondante numero di fossili scoperti nei La Brea Tar Pits a Los Angeles, gli scienziati sono stati in grado di ricostruirePanthera atrox; meglio conosciuto come il leone americano. Sono stati in grado di studiare più di 100 esemplari solo da quella posizione.



leone-1

Foto / Museo Nazionale di Storia Naturale

Gli animali erano lunghi tra 5 e 8 piedi dalla testa alla coda e erano alti quasi quattro piedi alla spalla. Gli scienziati stimano che i maschi pesassero, in media, 564 libbre, anche se l'esemplare più grande analizzato probabilmente si avvicinava a 774 libbre.

I carnivori erano così grandi che nessun altro animale nelle pianure aveva una possibilità. Erano abbastanza grandi da abbattere prede grandi come un bisonte, che oggi è il più grande animale terrestre del Nord America.

leone-2

Foto / Wikimedia Commons

Il primo fossile di leone americano fu scoperto nel Mississippi nel 1853 dal naturalista Joseph Leidy. Ha trovato un grande osso della mascella inferiore e ha chiamato la specieFelix atrox, o 'gatto crudele'. Successivamente è stato rinominatoPanthera, che gli scienziati ora ritengono possa essere un moniker più accurato.



Sebbene i paleontologi inizialmente credessero che il leone americano fosse più strettamente imparentato con i leoni e le tigri moderne, ulteriori studi e confronti suggeriscono che il gatto potrebbe essere stato più vicino alla nostra moderna specie di gatto pantherine; non è affatto un leone, ma un giaguaro molto, molto grande.

lion-la-brea

Foto / Museo George C. Page

Sono stati trovati fossili anche in Texas, Idaho, Nevada, Nebraska, Wyoming e Florida settentrionale. Si presume che i leoni vagassero dall'Alaska al Perù e che esistessero anche al di fuori delle Americhe. I Cro-Magnon in Francia hanno dipinto ritratti di leoni sulle pareti delle caverne circa 30.000 anni fa, solo poche migliaia di anni prima che gli ultimi leoni americani - insieme a molti altri grandi mammiferi del mondo - si estinguessero.