Non tutti i cacciatori sono creati uguali. Questi sono alcuni degli assassini più letali della natura e le loro percentuali di successo potrebbero sorprendervi ...



Tigri

Immagine: Wikimedia Commons

Le tigri possono sembrare feroci, ma le loro percentuali di successo sono in realtà sorprendentemente piuttosto basse.

I biologi affermano che le tigri riescono a cacciare solo tra il 5-10% delle volte, sebbene le tigri dell'Amur nell'Estremo Oriente russo abbiano tassi di uccisione più elevati quando predano cervi e cinghiali su terreni innevati.

Orsi polari

Immagine: Wikimedia Commons

L'elemento sorpresa è ciò che rende gli orsi polari buoni cacciatori, con un tasso di uccisione del 10%.

Le foche ignare che dormono nelle loro tane o che salgono a prendere aria da un buco nel ghiaccio sono facili prede degli orsi polari, ma sono anche note per mettere le zampe su renne e persino balene beluga.

Lupi

Immagine: Wikimedia Commons

Naturalmente i lupi sono buoni cacciatori, con una percentuale di successo del 14%, ma potrebbe essere dovuto al fatto che non sono dei mangiatori schizzinosi.

I lupi predano quasi tutto ciò in cui possono affondare i denti: cervi, alci, caribù, bisonti, pecore, buoi, conigli, castori, opossum e persino topi.

Leoni

Immagine: Wikimedia Commons

I leoni possono essere il re della giungla, ma sono solo il numero sette della lista, con un tasso di uccisioni del 17-19% quando cacciano da soli.

Fanno un po 'meglio quando lavorano con il loro orgoglio per abbattere gli animali. Tuttavia, ottengono punti per la caccia notturna e per gli animali da caccia che sono molto, molto più veloci di loro.

Gatti domestici

Immagine: Wikimedia Commons

Questo potrebbe scioccarti, ma i gatti domestici selvatici sono cacciatori incredibili, con una percentuale di successo del 32%. Quando non stanno strappando rotoli di carta igienica o lottando per uscire da una scatola di cartone, questi felini sono feroci. Ancora più spaventoso: non si tratta di cibo. Mangiano meno di un terzo di ciò che uccidono.

Leopardi

Immagine: Wikimedia Commons

Non scherzare con le mamme. Leopardi femmine con cuccioli sono cacciatori di particolare successo e i leopardi hanno in media un tasso di uccisione del 38%.

Non sono solo cacciatori, sono accumulatori: di solito i leopardi portano la loro preda sui rami di un albero per proteggerlo da altri predatori e spazzini.

Falchi pellegrini

Immagine: Wikimedia Commons

I falchi pellegrini non sono solo uno dei predatori più formidabili, con una percentuale di successo del 47%, sono anche i più eleganti. Mangiano principalmente altri uccelli e lo fanno in modo drammatico, immergendosi a velocità fino a 200 mph per accelerare la cena.

Ghepardi

Immagine: Wikimedia Commons

I ghepardi amano il fast food. Sono velocisti insolitamente bravi, ma non buoni corridori sulla distanza, quindi le loro cacce comportano molti stalking e rapidi scoppi di velocità. Anche se uccidono la loro preda il 58% delle volte, sono spesso troppo stanchi per proteggere la loro preda e altri predatori finiscono con gli avanzi.

Gatto dai piedi neri

Immagine: Wikimedia Commons

Questi gatti selvatici sono assassini estremamente abili; cacciano tutta la notte, ogni notte, coprendo grandi distanze, e ogni notte fanno da dieci a quattordici uccisioni. Hanno bisogno di mangiare un quinto del loro peso corporeo ogni giorno, quindi il loro tasso di uccisione del 60% e il gusto indiscriminato (cacciano qualsiasi cosa, dai mammiferi agli insetti) è una questione di sopravvivenza.

Cani selvatici africani

Immagine: Wikimedia Commons

E arrivando al numero 1, i migliori cacciatori di terre nel mondo naturale lo sonoCani selvatici africani. Devono il loro tasso di successo dell'85% al ​​lavoro di squadra e alla resistenza. I cani selvaggi africani cacciano in branco, e anche se raggiungono velocità di inseguimento di 60 km all'ora, non è ancora abbastanza veloce per catturare un'antilope in corsa; invece inseguono le loro prede per lunghe distanze, logorandole.