Una vespa braconide che depone un uovo nel suo ospite, un bruco di falena zingara. Immagine: dominio pubblico

Nel popolareAlienoIl franchise di film di fantascienza, la specie titolare, conosciuta come 'xenomorfo', prende di mira gli sfortunati umani, spesso impiantando orribilmente i loro corpi con le proprie uova. Quando le uova si schiudono, i giovani emergono in modo esplosivo dalla loro riluttante incubatrice, con risultati invariabilmente fatali per l'ospite umano.



Il ciclo vitale stridente sembra qualcosa di inventato interamente nella finzione, ma la riproduzione dello xenomorfo è stata ispirata da veri animali che vivono qui sulla Terra —Vespe parassitoidi.Questi straordinari insetti hanno usato il loro bizzarro metodo riproduttivo per inserirsi silenziosamente nella vita di una serie abbagliante di specie di invertebrati e sono diventati probabilmente uno dei più importanti gruppi di insetti del pianeta.

Incubatori di insetti trasformati

Come gli xenomorfi, le vespe parassitoidi usano altri animali (spesso altri insetti o ragni) come fonte di cibo per i loro piccoli, in genere mantenendo in vita la vittima per l'intero processo di disturbo.

Alcune specie sono endoparassitoidi, che iniettano un uovo fecondato direttamente nel corpo di un ospite. La larva si schiude, cresce e si nutre all'interno dell'ospite ancora vivente. Al contrario, gli ectoparassitoidi prenderanno di mira un ospite, punendolo con un veleno paralitico per renderlo completamente indifeso. Quindi depongono un uovo (i) all'esterno del corpo immobile dell'ospite, e i giovani nati si nutrono del loro ospite paralizzato. Ad ogni modo, gli ospiti parassitoidi finiscono quasi sempre morti alla conclusione di questo spettacolo dell'orrore sull'allevamento di vespe.

Le vespe mammut depongono le loro uova sopra le larve degli scarabei rinoceronte. Immagine: SERGEI BYKOVSKII / Wikimedia Commons

La letalità della strategia è ciò che distingue le vespe 'parassitoidi' dai veri parassiti, che in genere non uccidono i loro ospiti.

La biologia riproduttiva parassitoide ha dato i suoi frutti a queste vespe, determinando l'evoluzione di una straordinaria varietà di forme e di strani tratti del ciclo vitale.

Prendiamo ad esempio le formiche di velluto, che non sono affatto formiche, ma una famiglia unica di vespe parassitoidi (Mutillidae) che hanno femmine incapaci di volare, pelose e simili a formiche. Rinomati per la loro puntura accecante e dolorosa, in Nord America vengono anche soprannominati 'assassino di mucche'.

La formica di velluto, una specie di vespa parassitoide, in cui le femmine assomigliano a formiche e prendono di mira api e vespe.

Esperti in controllo mentale

Molte vespe parassitoidi fanno i propri nidi, ma non il vespa custode della cripta (Set di Euderus), descritto per la prima volta dalla scienza solo l'anno scorso. Le vespe custodi delle cripte si affidano alle vespe biliari per quel lavoro. Le vespe galliche usano le piante per allevare le loro larve, inducendo gli alberi a creare cisti resistenti ('galle') intorno alle larve appena schiuse all'interno del tessuto vegetale, proteggendo le larve fino all'età adulta.

Le vespe custodi delle cripte mettono le loro uova all'interno di queste galle e quando le loro larve si schiudono, perforano i corpi della vespa cistifellea adulta pronta per emergere. Una volta dentro, prendono il controllo della mente del loro ospite, facendoli scavare un tunnel nel muro della bile verso il mondo esterno, qualcosa che il custode della cripta non può fare da solo. Ma il burattinaio ordina al suo burattino di rendere il suo tunnel troppo stretto alla fine, facendolo incastrare in posizione con la testa bloccata all'uscita. Dopo aver mangiato le interiora della vespa, l'adulto custode della cripta esplode dalla testa del suo ospite, volando nel mondo al suo posto.

Donna vespa custode della cripta. Immagine: M. A. Broussard tramite Wikimedia Commons

Le vespe custodi delle cripte sono ben lungi dall'essere le uniche vespe parassitoidi a dilettarsi nel controllo mentale. Le vespe gioiello prendono il controllo del cervello degli scarafaggi con l'aiuto di un cocktail veleno unico , iniettato direttamente alla base della testa. Il veleno altera lo stato mentale dello scarafaggio, consentendo alla vespa gioiello di condurre facilmente la sua vittima molte volte più grande in una tomba sotterranea, dove depone un uovo. Molto tempo dopo che la vespa se n'è andata, lo scarafaggio resta indietro, drogato e incapace di raccogliere la volontà di scappare.Non ci vuole molto perché la larva si schiuda e mangi lo scarafaggio, che rimane fatalmente apatico per giorni dopo la sua cattura.

La diversità sconvolgente delle vespe parassitoidi include anche altre stranezze. Ci sono giganteschi pollici ' falchi tarantola 'Che prendono di mira esclusivamente la versione di grande gioco dei ragni come cibo per bambini e sono armati di una puntura atroce (ma medicalmente innocua). Una specie di vespa parassitoide nuova per la scienza quest'anno apparentemente si è staccata dal suo ospite usando una sega affilata sul dorso .

Dendrocerus scutellaris, una vespa parassitoide con una sega sul dorso Foto: Carolyn Trietsch

È il loro mondo, noi ci viviamo

Poiché la diversità dei tipi di ospite è così ampia e così tanti parassitoidi prendono di mira una singola specie, la diversità delle specie è fuori scala, con un numero potenzialmente vicino a un milione di specie. Le vespe parassitoidi sono probabilmente il gruppo animale più ricco di specie del pianeta , molto più dei coleotteri, che a lungo si pensava detenere il titolo.

Un singolo tipo di insetto ospite può cadere vittima di letteralmente dozzine di diverse specie di vespe parassitoidi, ma potrebbero essere difficili da notare dal nostro punto di vista perché così tante specie sono di dimensioni incredibilmente piccole. A loro modo oscuro, le vespe parassitoidi sono diventate uno degli animali di maggior successo sulla Terra e lo fanno segretamente da circa 200 milioni di anni.

Vespa d'oro cacciatrice che trascina il ragno paralizzato nel suo nido.

Le vespe parassitoidi hanno avuto il loro modesto inizio nel periodo Giurassico, probabilmente come vespe di legno che hanno preso di mira i coleotteri noiosi come incubatrici di larve. Ci sono ancora vespe parassitoidi che lo fanno oggi. Da lì, lo stile di vita si è ramificato in tutto, dai bruchi, ai ragni, ad altre vespe. La strategia parassitoide è in realtà fondamentale per l'eredità di tutte le vespe, poiché si ritiene che le api familiari, le giacche gialle e le formiche che vedete oggi discendano da un antenato parassitoide e da allora abbiano secondariamente perso il loroAlienomodi per fare il bambino. Incredibilmente, nonostante tutti i diversi tipi di vespe parassitoidi oggi, questo metodo riproduttivo si è evoluto solo una volta agli albori della famiglia delle vespe .

Questo morbido colpo di biodiversità degli insetti della Terra è stato realizzato per centinaia di milioni di anni e la scienza sta appena iniziando a capire l'entità della presa delle vespe parassitoidi sugli ecosistemi. Come una costante e sottile fonte di morte degli insetti, le vespe parassitoidi possono avere influenze ecologiche che sono state completamente sottovalutate. Con centinaia di migliaia di tipi di vespe parassitoidi che tirano i fili su milioni di specie di insetti e aracnidi, è evidente che è il loro mondo e noi ci stiamo semplicemente vivendo.

GUARDA IL PROSSIMO: Wolf Spider vs Spider Wasp