Mariel Carr / Wikimedia Commons

Gli scienziati in Australia potrebbero aver scoperto un'arma segreta nella battaglia contro i superbatteri resistenti agli antibiotici, e proviene da un luogo piuttosto improbabile.

D'altra parte, tutto ciò che riguarda l'ornitorinco è improbabile: ha il becco di un'anatra e la coda di castoro. È velenoso, depone le uova e produce latte per nutrire i suoi piccoli. L'ornitorinco è un monotrema, un piccolo gruppo di mammiferi che, nonostante depongono le uova, ancora lattato.



Ancora più insolito è il modo in cui producono il latte. Piuttosto che i bambini che si attaccano ai capezzoli, la madre secerne il latte attraverso la pelle. I ricercatori hanno scoperto nel 2010 che il latte aveva proprietà antibatteriche e ora un team del CSIRO e della Deakin University potrebbe aver scoperto il motivo.

Consiglio comunale di Brisbane / Wikimedia Commons

In uno studio pubblicato sulla rivista Structural Biology Communications , il team ha riprodotto una proteina presente solo nel latte dei monotremi, compreso l'ornitorinco, in un ambiente di laboratorio in modo da poterla esaminare più da vicino. Hanno trovato una struttura molecolare unica, una piega simile a un ricciolo che hanno soprannominato il 'Tempio di Shirley'.

Gli scienziati ipotizzano che la potente proteina antibatterica sia presente nel latte dei monotremi a causa del sistema di erogazione del latte. Poiché è secreto attraverso la superficie della pelle, il latte è esposto all'ambiente. A loro volta, quando i bambini leccano il latte dalla pelle della madre, sono esposti a minacce batteriche e la proteina fornisce loro una misura di protezione.

Immagine: Matt Chan tramite Flickr

E a causa della sua struttura unica, i ricercatori sperano che la proteina possa aiutare a informare lo sviluppo di nuovi farmaci in grado di combattere i 'superbatteri' - infezioni persistenti causate da batteri che hanno sviluppato una resistenza ai trattamenti antimicrobici e poi hanno trasmesso la resistenza alle generazioni successive.

Questi tipi di infezioni sono aumentati negli ultimi decenni, spingendo l'Organizzazione Mondiale della Sanità a pubblicare un rapporto nel 2014 riportando a casa la gravità di queste minacce e prevedendo che siamo sulla strada per un'era post-antibiotica, i trattamenti da cui dipendiamo per evitare che ferite lievi e malattie siano fatali saranno essenzialmente inefficaci.

Resta da vedere come la recente scoperta influenzerà lo sviluppo di antimicrobici in futuro, ma se saremo in grado di evitare un futuro pieno di superbatteri dilaganti, potremmo solo ringraziare l'ornitorinco.

GUARDA IL PROSSIMO: Lion vs. Buffalo: When Prey Fights Back