Immagine: Jacinta Richardson e Paul Fenwick, Wikimedia Commons

Questi incredibili animali marini che si nutrono di terra hanno la straordinaria capacità di trasformare i loro corpi in diversi stati della materia.



I cetrioli di mare sono echinodermi con corpi rotondi allungati di dimensioni variabili da 2 centimetri a 2 metri, contenenti una serie di tentacoli di alimentazione a un'estremità. Questi organismi si trovano in tutto il mondo e fungono da lombrichi del mare, svolgendo un ruolo vitale nell'ecosistema marino. Usano i loro tentacoli per nutrirsi di materia organica morta e di conseguenza fungono da riciclatori di biomassa del fondo oceanico. Il processo viene eseguito da un assorbimento dei detriti del pavimento e da un meccanismo di filtraggio interno che fa passare il materiale pulito dall'altra estremità dell'animale.



Questi echinodermi possiedono una struttura interna di sostegno simile al pesce, composta da strutture calcificate che li rende rigidi. La caratteristica più sorprendente dei corpi duri e appuntiti di queste creature marine si trova sotto la pelle all'interno di questo endoscheletro.

Immagine: Ed Bierman, Flickr

Immagine: Ed Bierman, Flickr

I cetrioli di mare hanno la capacità innata di trasformare i loro processi spinali da stato solido a liquido, portando gli scienziati a concludere che il loro intero corpo è in grado di subire conversioni neurologicamente controllate e reversibili.



La trasformazione può essere attribuita a fibre uniche che abbracciano il collagene, la componente specifica del tessuto che cambia dallo stato solido a quello liquido. Questo comportamento consente ai cetrioli di mare di eseguire manovre fisiche uniche, incluso nascondersi in piccoli spazi per sfuggire ai predatori.

giphy-98

La capacità di un animale di cambiare gli stati della materia è una scoperta rivoluzionaria, che apre la porta a un mondo di possibilità future nel regno dell'applicazione umana.



Nonostante i divieti di pesca dei cetrioli di mare, le loro popolazioni sono attualmente minacciate dalle attività illegali dei bracconieri.