Immagine: W. Walas, Wikimedia Commons

I toporagni non possono ibernare o migrare per uscire dalle rigide condizioni invernali- così invece, restringono il cranio e il cervello per risparmiare energia.



Un recente studio pubblicato sulla rivista Biologia attuale mostra che gli individui della specie comune toporagnoSorex araneuspossedere questo talento unico- chiamato il “fenomeno Dehnel”. Non solo restringono i loro crani, ma successivamente li ricrescono in primavera.



Un team di ricercatori dell'Istituto Max Planck di Ornitologia in Germania ha catturato e misurato la massa corporea di 37 toporagni in estate, inverno e di nuovo in primavera. Gli animali sono stati intrappolati, sottoposti a raggi X e impiantati con microchip prima di essere rimessi in libertà. Gli studi hanno rivelato che la dimensione della cassa del cervello degli animali è diminuita in media del 15% prima dell'inverno e ricresceva di quasi il 10% in primavera.

Un'analisi più attenta rivela che c'è una certa perdita di massa in altri organi importanti oltre che nella colonna vertebrale. La massa corporea totale del toporagno diminuisce di circa il 18% in autunno e rimbalza di quasi l'84% in primavera.



Immagine: James K. Lindsey, Wikimedia Commons

I toporagni dai denti rossi si trovano in Gran Bretagna, Europa e parti dell'Asia e raramente vivono più di due anni. Da una piccola popolazione che è stata studiata per un periodo di due anni, i ricercatori concludono che le teste del toporagno si restringono durante gli inverni consecutivi, ricrescendo quasi alla loro dimensione originale durante la seconda primavera.

Come e perché il cranio si restringe è incerto, ma si presume che, poiché i toporagni hanno un metabolismo elevato, il loro calo di dimensioni li aiuti a sopravvivere a periodi di scarsità di cibo.

'Ridurre le dimensioni della testa, e quindi le dimensioni del cervello, potrebbe far risparmiare energia in modo sproporzionato poiché il cervello è energeticamente così costoso', ha affermato il ricercatore Javier Lazaro in un comunicato stampa .



Video: