Immagine: Wikimedia Commons

Il calabrone orientale è il primo animale mai scoperto in grado di raccogliere energia dai raggi solari del sole.



Il calabrone orientale,Vespa orientalis,è originaria di molte aree dell'emisfero orientale, tra cui Asia, Africa, Madagascar e Africa. La loro dieta consiste principalmente di frutta, insetti e proteine ​​animali, che servono principalmente come spazzini terrestri. I calabroni orientali sono lunghi 25-33 mm e hanno una striscia gialla distinta che percorre la lunghezza del suo esoscheletro.



Queste creature vivono in nidi costruiti sottoterra e lasciano le loro case per cercare cibo e luce solare. Mentre la maggior parte delle vespe è attiva al mattino, i calabroni orientali sono più attivi nel bel mezzo della giornata, prestando la loro associazione unica con la luce solare.

Immagine: Bj Schoenmakers, Wikimedia Commons

Gli scienziati hanno analizzato le proprietà fotoelettriche dei calabroni e hanno scoperto che quando una parte della cuticola gialla che corre per tutta la lunghezza del loro addome è esposta alla luce solare, genera tensione. Ancora più singolare è la variazione dell'intensità dell'elettricità visualizzata quando la stessa luce è esposta a diverse parti della cuticola del calabrone.



La ricerca spiega che i tessuti gialli del calabrone intrappolano la luce solare mentre i loro tessuti marroni generano elettricità utilizzando la melanina che converte la luce in calore. La fisiologia alternata a bande dei tessuti spiega la ritenzione fisica dei pigmenti; man mano che diventano più piccoli, lo spazio in mezzo diventa più stretto, mantenendo la luce in posizione per la conversione.

In sostanza, le cellule esoscheletriche del calabrone orientale fungono da autentica fonte di energia solare, raccogliendo energia che gli animali possono quindi applicare ad attività fisiologiche come la regolazione della temperatura.

'Abbiamo visto la raccolta solare su piante e batteri, ma mai prima d'ora sugli animali', ha riferito Marian Plotkin dell'Università di Tel Aviv a un giornalista di National Geographic .



GUARDA IL PROSSIMO: Australian Redback Spider Eats Snake