Immagine: Adam Tusk tramite Flickr

Questa insolita creatura simile ad un armadillo è l'animale più trafficato del pianeta - anche più dei rinoceronti ed elefanti - e ora i sudafricani stanno cercando di salvarlo.



Due organizzazioni per la conservazione hanno recentemente annunciato piani per costruire un 'pangalorium', un rifugio per pangolini a Johannesburg che aiuterà a prendersi cura dei pangolini africani sequestrati dai funzionari doganali fino a quando non saranno abbastanza sani da essere rimessi in libertà. Dispiegheranno anche cani addestrati appositamente ai confini del Sud Africa per fiutare i pangolini o le squame trasportati dai trafficanti.



'La maggior parte degli animali arriva in pessime condizioni di salute quando ci viene portata', ha detto Ray Jansen, presidente del Gruppo di lavoro del pangolino africano , Che sta collaborando con Fondazione della famiglia Ichikowitz per questa campagna.

I pangolini spesso subiscono ferite brutali e ferite da recinzioni elettriche e altre forme di cattura, ha detto Jansen. Quando arrivano ai centri di riabilitazione, di solito sono molto stressati e riluttanti a mangiare o bere.



I pangolini sono l'animale più trafficato al mondo, secondo la IUCN . Gli ambientalisti stimano che dal 2000 oltre 1 milione di pangolini siano stati cacciati e trafficati a livello internazionale.

Dall'Africa all'Asia

Otto specie di pangolino esistono a livello globale; quattro in Asia e quattro in Africa. La IUCN ritiene che tutti siano minacciati di estinzione, a causa, in parte, del commercio illegale.

Il mercato nero è particolarmente attivo in Cina, dove le squame di cheratina distintive del pangolino sono utilizzate per la medicina tradizionale e la sua carne è considerata una prelibatezza. Ma poiché le popolazioni native dell'Asia sono diminuite, i trafficanti stanno ora volgendo gli occhi ai pangolini in Africa. L'anno scorso, secondo l'African Pangolin Working Group, i funzionari hanno sequestrato più di 49 tonnellate di scaglie di pangolino trafficate illegalmente.



A livello locale, in Sud Africa e in altri paesi africani, i pangolini vengono anche cacciati per la loro carne e utilizzati nelle cerimonie religiose.

'Il bracconaggio in Africa non è più solo un problema di conservazione', Ivor Ichikowitz, presidente della Ichikowitz Family Foundation ha detto in una dichiarazione . “È una questione di sicurezza che minaccia la stabilità e il tessuto sociale del continente. Proprio come il commercio illegale di corno di rinoceronte e avorio sta finanziando attività criminali dal terrorismo, alla droga e al traffico di esseri umani, il rapido aumento del commercio illegale di pangolini rappresenta una grave minaccia per la sicurezza dell'Africa. Non possiamo stare pigramente in attesa e permettere che ciò accada.

Per fortuna, le persone stanno finalmente iniziando a prendere posizione per questi perdenti.