Immagine: Wikimedia CC

Questi piccoli marsupiali che vivono in montagna hanno una strategia di accoppiamento unica e insolita: i maschi si accoppiano freneticamente con più femmine finché non cadono morti.

'Riprodurre o morire provandoci' è evidentemente il motto dell'antechinus, un mammifero in miniatura simile a un toporagno che si trova solo nelle remote cime delle montagne dell'Australia, della Tasmania e della Nuova Guinea.



Per questi animali, l'accoppiamento è un'opportunità che capita una volta nella vita: i maschi generalmente vivono solo abbastanza a lungo per riprodursi una volta, quindi non corrono rischi. Gli individui cadranno letteralmente a pezzi durante le sessioni di accoppiamento della maratona di 2-3 settimane, ciascuna della durata di 14 ore. La loro pelliccia ispida cade, sanguinano internamente ei loro tessuti iniziano a marcire. Anche in questo stato, i maschi continueranno a cercare più femmine (probabilmente non impressionate) con cui accoppiarsi.

Immagine: Wikimedia CC

Biologo Diana Fisher dell'Università del Queensland ritiene che questa strana strategia sia un adattamento alla disponibilità stagionale di cibo nella regione combinato con un'intensa competizione tra i maschi.

Invece di competere combattendo, i maschi lo fanno con lo sperma. Accoppiandosi frequentemente con il maggior numero possibile di femmine, hanno maggiori probabilità di spostare lo sperma di altri maschi, trasmettendo quindi i loro geni alla generazione successiva. E la specie ha una vita così breve che una morte leggermente prematura per l'accoppiamento non sembra una cattiva opzione.

Sfortunatamente, questa non è la morte per coito, non è l'unica minaccia che le antechino stanno affrontando in questi giorni. Il governo australiano ha recentemente dichiarato a rischio di estinzione due specie: l'antechinus dalla testa d'argento (Antechinus argentus) e l'antechino scuro dalla coda nera (Antechinus arktos.)

Il loro declino è stato principalmente dovuto alla perdita dell'habitat, al cambiamento del clima e alle minacce di animali selvatici come gatti, cavalli e bovini.

'L'Australia ha il peggior tasso di estinzione di mammiferi al mondo', ha affermato il dottor Andrew Baker, professore della Queensland University of Technology, che per primo ha scoperto entrambe le specie nel 2013. 'Dobbiamo agire, quindi sono lieto che il governo australiano abbia approvato questo elenco e ha sancito la protezione dell'antechinus e di una serie di altre specie nella legislazione federale '.

Possiamo solo sperare che le strategie di conservazione in atto aiuteranno a salvare questa affascinante creatura.

GUARDA IL PROSSIMO: L'orso grizzly combatte 4 lupi