Immagine: Copyright American Society of Ichthyologists

I ricercatori dell'Università del Kansas hanno scoperto che i pesci pietra, un gruppo di pesci comuni nelle acque costiere dell'Indo-Pacifico, hanno un orribile meccanismo di difesa: un coltello a serramanico retrattile su entrambe le guance.

Chiamate 'sciabole lacrimali', le lame sono controllate da ossa e muscoli sovrasviluppati sotto gli occhi e si estendono verso l'esterno dalla guancia quando vengono attivate. Sebbene il pesce pietra sia stato ben studiato, questo insolito meccanismo non è stato scoperto fino a quando uno degli autori dello studio non si è imbattuto in esso mentre sezionava il suo ex pesce pietra domestico.



Immagine: Copyright American Society of Ichthyologists

I pesci pietra, che sono molto diffusi, sono per lo più creature marine, sebbene siano noti per vivere nei fiumi. Chiamati per il loro colore grigio screziato simile a una roccia che fornisce un eccellente mimetismo, in genere si librano immobili sul fondo del mare o sul letto del fiume, in attesa che arrivi la preda.

I ricercatori ipotizzano che le sciabole lacrimali siano un meccanismo di difesa per allontanare i predatori.

'Se trovi immagini di questi pesci pietra nella bocca di altre cose, la sciabola lacrimale è sempre chiusa', l'autore principale dello studio William Leo Smith ha detto in una dichiarazione .

Esemplare sgomberato e macchiato di prowfish verrucoso, che ha una sciabola lacrimale. Immagine: William Leo Smith

La scoperta rende solo più temibile il già mortale pesce pietra carnivoro. I pesci hanno anche punte intimidatorie simili ad aghi per le pinne dorsali, che sollevano dalla schiena quando sono minacciati o quando la preda accade. Quelle punte contengono alcuni dei veleni più potenti di qualsiasi creatura; una neurotossina in grado di uccidere un essere umano adulto in un brevissimo periodo di tempo.

Non siamo sicuri che i 'coltelli facciali' siano in cima alla lista dei 'motivi per non scherzare con il pesce pietra', ma probabilmente è tra i primi tre.

GUARDA IL PROSSIMO: Le creature più strane girate sotto gli impianti petroliferi