Immagine tramite Shutterstock

La Terra ha sembrato creature davvero mostruose nel tempo, ma poche possono eguagliare le proporzioni sbalorditive di questo super serpente.




Con una lunghezza di oltre 42 piedi e un peso di oltre 2.500 libbre, Titanoboa è il più grande serpente che il mondo abbia mai conosciuto.

Il colossale rettile regnava sovrano nelle calde condizioni tropicali del Sud America più di 60 milioni di anni fa in seguito al declino dei dinosauri, dicono i paleontologi che ha scoperto i suoi fossili in una miniera di carbone colombiana nel 2007 .

Analizzando i pezzi fossili di 28 diversi serpenti in una fossa di carbone a cielo aperto, i ricercatori hanno concluso che il parente più stretto del serpente è il boa constrictor, da cui il nome. E come suo cugino, avrebbe ucciso la sua preda schiacciandola prima, tranne che la forza sarebbe stata equivalente a giacere sotto il peso di una volta e mezza il ponte di Brooklyn, riporta la BBC .

Il serpente è così massiccio che la parte più spessa del suo corpo raggiungerebbe quasi la vita di un essere umano, secondoSmithsonianrivista .

titanoboa-mangiare-un-coccodrillo-foto-di-ryan-somma

Titanoboa che mangia un coccodrillo. Foto di Ryan Somma.

In confronto, i più grandi serpenti viventi attualmente viventi sono anaconde e pitoni, che raramente superano i 15-20 piedi. È meno della metà delle dimensioni di un Titanoboa e entrambi sarebbero stati facili prede per uno.

Dimensione relativa di Titanoboa all'umano moderno, Gigantophis, pitone reticolato e anaconda verde. Di Gamma 124 -Proprio lavoro, CC BY-SA 4.0 , Link



Un serpente a sangue freddo di quelle dimensioni avrebbe avuto bisogno di molta energia dal suo ambiente, ei ricercatori stimano che le temperature ai tropici allora fossero molto più alte, con una media di 86-93 gradi Fahrenheit (da 30 a 34 gradi Celsius). Sebbene alcuni biofisici abbiano ripudiato questa idea.

Guarda il video qui sotto per saperne di più:



Clicca qui per vedere alcuni degli altri predatori preistorici più incredibilmente massicci mai scoperti.