Illustrazione dei leoni mangiatori di uomini dello Tsavo, che si ritiene abbiano ucciso fino a 135 persone in Kenya nel 1898. Immagine: Banovich Art tramite Wikimedia Commons

Grazie a decine di migliaia di anni di strumenti e tecnologie sempre più complessi a nostra disposizione, gli esseri umani sono diventati il ​​più apice dei predatori apicali su questo pianeta, facendo ciò che i nostri antenati ominidi non potevano: impedirci di diventare cibo.



Beh, soprattutto.



Per quanto intelligenti come noi, gli umani sono ancora considerati dei bocconcini da molti predatori, se ne hanno la possibilità. Mentre la maggior parte degli attacchi agli esseri umani sono casuali, ogni tanto individui specifici fanno del 'mangiatore di uomini' un'abitudine, a volte anche preferenzialmente prendendo di mira gli umani come prede.

Per essere chiari, gli animali carnivori che cacciano e mangiano gli esseri umani sono stati registrati in un'ampia gamma di specie predatorie. Ma questi sono eventi prevalentemente singolari in cui un essere umano viene spesso ucciso e mangiato in caso di identità errata, o forse in un momento di disperazione per fame estrema, o forse anche incidentalmente a seguito di ritorsioni per autodifesa.I 'mangiatori di uomini' sono fondamentalmente diversi, in quanto lorointenzionalmentecerca gli esseri umani come cibo e fallo ripetutamente.



Nel complesso, il fenomeno è incredibilmente raro. Gli esseri umani non sono ciò che la maggior parte dei predatori sulla Terra si è evoluta per cacciare, e tendiamo ad essere rumorosi, scoraggianti e pieni di colori e strumenti insoliti.

'Avremo bisogno di una barca più grande' - Non credere al clamore dei media

Il consumo di uomini è anche più raro in alcune specie di quanto si possa pensare, in particolare quelle con una reputazione molto pubblicizzata come mostri mortali e divoratori di persone. Tra film come ' Mascelle ' o 'Anaconda' , 'Lago placido' , e spesso deriso 'Grizzly' , la coscienza pubblica è inondata di immagini di squali assassini, serpenti, coccodrilli, lupi e orsi. Tuttavia, gli animali della controparte nella vita reale non sono così assetati di sangue come suggeriscono queste raffigurazioni.



Non solo gli attacchi mortali degli squali sono estremamente rari, ma l'abituale inseguimento degli umani non è affatto una cosa che gli squali fanno. Le istanze di un singolo squalo che attacca e / o uccide più persone si sono verificate solo poche volte, come in 1916 nel New Jersey (che ha provocato vittime) o in L'Egitto nel 2010 (che non ha fatto). Grandi serpenti come pitoni, boa e anaconde sono sicuramente in grado di mangiare gli esseri umani ( anche gli adulti ) e occasionalmente. Ma poiché anche i serpenti che si scopre aver mangiato una persona vengono quasi invariabilmente uccisi, è difficile dire se l'omicidio seriale sia qualcosa che questi rettili possono gestire.

A volte gli orsi polari vedono gli esseri umani come prede, ma la stragrande maggioranza degli attacchi di orsi, in tutte le specie, non sono di natura predatoria. Ci sono alcuni resoconti di orsi che si scatenano e uccidono esseri umani, ma solo a volte li mangiano davvero. Un esempio è L'orso bradipo di Mysore , che terrorizzò le persone vicino a Bangalore, in India, nel 1957. L'orso finì per uccidere una dozzina di persone e mutilarne il doppio, ma solo alcune delle vittime furono effettivamente mangiate.

I lupi, nonostante la loro rappresentazione straziante nel folklore e nelle storie, in realtà non mangiano le persone quanto suggerisce la loro reputazione. Almeno in questi giorni. Ora che i lupi sono stati generalmente cacciati dalle aree sviluppate e popolate da esseri umani negli ultimi secoli, gli incontri con i lupi sono già rari, per non parlare degli attacchi fatali.

I lupi mangiatori di uomini erano molto più comuni in luoghi come l'Europa e l'Asia settentrionale centinaia di anni fa, quando uomini e lupi condividevano più habitat. La maggior parte dei tentativi predatori sono stati (e lo sono ancora, quando si verificano gli attacchi) sui bambini piccoli, a volte anche intrufolandosi nelle tende o nei campi di notte e portandoli via nel sonno. Ci sono famosi resoconti storici di lupi mangiatori di uomini che uccisero oltre un centinaio di persone, come la Francia del 1760 Bestia di Gévaudan , anche se è discutibile se fosse un singolo lupo. Un po 'più di recente, ci sono storie come i “Lupi di Turku”, tre lupi che uccisero e mangiarono 22 bambini in Finlandia tra il 1880 e il 1881.

Con Crocs, è complicato

Coccodrillo di acqua salata, Queensland, Australia Foto: Bernard Dupont

Coccodrilli, a differenza degli squali, in realtàfareuccidere e mangiare molte persone ogni anno. I coccodrilli del Nilo, dei rapinatori e dell'acqua salata sono responsabili di centinaia di attacchi mortali ogni anno in Africa, Asia meridionale e Sud-est asiatico / Australia, rispettivamente.

Gran parte di questa differenza è probabilmente attribuibile alla dipendenza dell'uomo e dei coccodrilli da una risorsa chiave: l'acqua dolce. Queste specie di coccodrilli sono anche predatori di imboscate specializzati nell'abbattimento di grandi prede di mammiferi, una categoria in cui gli umani siedono ordinatamente. Quindi, l'alimentazione umana può essere più una parte naturale del comportamento di alcune specie di coccodrilli rispetto ad altre specie predatorie.

La maggior parte degli attacchi sono eventi singolari e tragici, ma ci sono resoconti di coccodrilli 'mangiatori di uomini' che hanno sviluppato una particolare abitudine di predare le persone. Il più noto di questi è Gustave , un vecchio e massiccio coccodrillo del Nilo nella nazione africana del Burundi.Si pensa che Gustave abbia ucciso e mangiato oltre duecento persone dalla fine degli anni '80.

Big Cats: The Ultimate Man-Eaters

Ma nessuno degli esempi precedenti - orsi, lupi o persino coccodrilli - può essere paragonato ai veri re del comportamento alimentare: i grandi felini, in particolare quelli del Vecchio Mondo.

I puma ei giaguari sono coinvolti solo raramente negli attacchi agli esseri umani e, ancora più insolitamente, sotto forma di predazione. Ma i tre grandi felini dell'Africa e dell'Eurasia - leopardi, leoni e tigri - sono stati storicamente e attualmente la fonte delle forme più estreme di comportamento alimentare. Mentre i mangiatori rappresentano ancora una percentuale molto piccola di tutte queste specie, i gatti mangiatori di uomini hanno avuto di gran lunga il più grande tributo sul benessere umano.

Il leopardo mangia-uomini di Gunsore dopo essere stato colpito dall'ufficiale britannico W. A. ​​Conduitt la notte del 21 aprile 1901 nel villaggio di Somnapur, distretto di Seoni, India Foto: Walter Arnold Conduitt

I leopardi predano i primati, compresi i nostri antenati, da milioni di anni. Quindi, gli umani hanno un po 'più probabilità di cadere nel menu del leopardo rispetto a molti altri predatori che producono mangiatori. I leopardi sono anche abbastanza a loro agio con lo sviluppo umano (più dei leoni e delle tigri) e quando iniziano ad assaporare la carne umana, sono più audaci riguardo a come cacciano nei villaggi e negli accampamenti umani.

Questa audacia - in particolare molti anni fa - ha permesso ad alcuni leopardi mangiatori di uomini di uccidere un numero di persone che a prima vista non sembra possibile. Uno di questi animali leggendariamente omicidi era il 'Leopard of the Central Provinces', un leopardo maschio che uccise circa 150 persone in pochi anni nell'India britannica all'inizio del 1900.

Anche i leoni hanno la loro quota di mangiatori e questi animali tendono ad adattarsi a un profilo: di solito maschi, che lavorano da soli o con un piccolo numero di altri maschi. Come i leopardi, possono essere assertivi, allontanando le persone dalla periferia di piccole città e villaggi, e spesso di notte.

Uno dei racconti più famosi di leoni mangiatori di uomini è quello degli 'Tsavo Maneaters', una coppia di grandi leoni maschi senza uomo che uccisero e mangiarono molti lavoratori che costruivano una ferrovia che collegava l'Uganda e l'Oceano Indiano nel 1898. Quando il progetto è iniziato La costruzione di un ponte sul fiume Tsavo in Kenya, i lavoratori venivano strappati dalle loro tende ogni notte e prontamente consumati dai leoni dello Tsavo. Gli attacchi sono continuati per gran parte dell'anno, con tutti i tentativi di difendere i campi con fuoco e recinzioni completamente falliti. Alla fine, dopo dozzine di morti (non si conosce un valore chiaro), i due leoni furono uccisi e i loro resti ora sono in mostra al Field Museum of Natural History di Chicago.

Illustrazione di una tigre del Bengala che trascina una vittima umana. Opera d'arte: George P. Sanderson

Ma anche i leoni non possono reggere il confronto con le tigri, che hanno il numero di morti più alto di qualsiasi gatto grande. Le tigri potrebbero essere responsabili di alcuni 373.000 morti negli ultimi due secoli, e alcuni individui sono stati prolifici mangiatori. Ad esempio, le Tigri di Chowgarh, una femmina e il suo cucciolo subadulto, avrebbero ucciso e mangiato oltre 60 persone intorno alla fine del XX secolo nel nord dell'India. Ancora più incredibilmente, si stima che la tigre Champawat, una tigre solitaria in Nepal e nel nord dell'India nello stesso periodo di tempo, abbia ucciso più di 430 persone. La situazione di Champawat era così estrema che la vita nella zona si fermò per paura della tigre, e l'esercito nepalese fu persino coinvolto nel tentativo di stanare la tigre e ucciderla.

Perché i mangiatori di uomini prendono di mira le persone

Ma perché alcuni animali diventano mangiatori? Non esiste una teoria o una spiegazione generale che copra tutto, dai coccodrilli ai lupi ai leoni, poiché la causa dipende davvero dalla specie e dalle circostanze di ogni mangiatore coinvolto. Detto questo, vengono visualizzati alcuni temi.

Forse il filo conduttore più comune in molti mangiatori di mammiferi è una qualche forma di lesione fisica che renderebbe difficile o impossibile la caccia a prede tipiche e più robuste. Le osservazioni post mortem della tigre Champawat hanno mostrato che aveva i canini frantumati, probabilmente a causa di un colpo di pistola a cui è sopravvissuta. Anche nella femmina di Chowgarh erano presenti danni ai denti e agli artigli. Così anche con il Leoni dello Tsavoe i lupi di Turku. Gli esseri umani sono lenti e hanno pelli morbide rispetto a prede più impegnative (ma più nutrienti) come cervi e zebre. Un animale con denti danneggiati o ascessi, o artigli rotti, potrebbe rivolgersi agli esseri umani come cibo per evitare di morire di fame.

Tuttavia, questo non spiega animali come il Gattopardo delle Province Centrali, che apparentemente era abbastanza sano. Ci sono anche esempi di popolazioni di tigri - in particolare nella regione paludosa della Sundarbans nel Golfo del Bengala - che hanno tassi relativamente alti di mangiatori senza alcuna indicazione di cattiva salute. Lo stesso vale per i leoni africani, che non sempre presentano malattie accanto alla loro passione per le prede umane. Inoltre, le lesioni dentali non si applicano ai coccodrilli allo stesso modo dei grandi felini, poiché sostituiscono i denti per tutta la vita.

Una tigre del Bengala controlla le condizioni prima di entrare nel canale della Sundarban Tiger Reserve, West Bengal, India Foto: Soumyajit Nandy

Alcune altre spiegazioni possono essere una mancanza di prede normali; attraverso la caccia eccessiva e l'agricoltura, gli esseri umani sono efficaci dislocatori di animali nativi di cui si nutrono leoni e le tigri. Nelle aree in cui le persone hanno cacciato grandi prede erbivore, questi grandi felini potrebbero dover rivolgersi a opzioni bipedi meno favorite. C'è anche la possibilità che in tempi di conflitto armato, l'eccesso di corpi umani esposti o appena sepolti faciliti lo scavenging da parte di grandi predatori, preparandoli a vedere gli esseri umani viventi come prede.

Qualunque sia la causa del consumo umano, la sua persistenza ci ricorda che nonostante le morti dovute alla predazione in tutto il mondo notevolmente ridotte, gli esseri umani non sono diventati il ​​vertice della catena alimentare globale in tutti i contesti: siamo ancora abbastanza vulnerabili all'essere mangiati.

Anche oggi, sebbene le popolazioni di tigri siano deprimentemente piccole, le interazioni tra grandi felini e umani diventano regolarmente mortali. Proprio quest'anno, le comunità dell'India centrale hanno lottato una tigre mangia-uomini accusata di 13 morti . Mentre alcune popolazioni di tigri si riprendono e la popolazione umana si spinge nell'habitat delle tigri, il successo della conservazione finisce per scontrarsi con la realtà di vivere accanto a predatori efficienti.

È diventato chiaro che il consumo di uomini è probabilmente un problema in corso anche se nel complesso è raro, in particolare nei grandi felini e nei coccodrilli, e che qualsiasi futura armonia tra le vite umane e quelle dei predatori si basa sulla regolazione delle interazioni e sulla mitigazione di tutto ciò che può risultare aggressivo, umano- pratiche di caccia orientate.

Guarda il video qui sotto dalla BBC per vedere uno dei loro giornalisti affrontare un noto leone che mangia:

GUARDA IL PROSSIMO: Lion vs. Buffalo: When Prey Fights Back